MANI DI FIABA – laboratori creativi

Il progetto Mani di Fiaba si articola in due fasi.

La prima, più strettamente teatrale, consiste nella narrazione di una breve storia, in cui verranno presentati, come personaggi, gli oggetti che nella fase laboratoriale verranno costruiti dagli stessi bambini.



PALLINO E PALLOTTA, UN AMORE CHE SCOTTA - laboratorio natalizio.

DESTINATARI: Bambini dell scuola dell’infanzia, delle scuole elementari (dai 4 ai 10 anni)
TEMPI: un incontro da 1 ora e mezza circa
MATERIALI:
Palle di polistirolo
Stoffe colorate
Colla vinilica
Pennelli
OBIETTIVI: Realizzare con i materiali messi a disposizione una graziosa pallina di Natale da portare a casa per decorare l'albero.
MODALITÀ:
Pallino è una piccola e fredda palla di neve. Tutti i giorni, appoggiato alla finestra di casa, spia all'interno: tutto è caldo e accogliente. Le sue attenzioni sono soprattutto rivolte verso una bellissima palla di Natale.

Pallino ne è perdutamente innamorato. Ma come farà a conoscere l'amata Pallotta? Appena entrerà in casa si scioglierà. Scopriamolo insieme!

 

ATTIVITÀ:

Lettura animata della storia.

Realizzazione con i materiali messi a disposizione di una graziosa pallina di Natale da portare a casa per decorare l'albero.


LA MASCHERA NASCOSTA - laboratorio di Carnevale.

DESTINATARI: Bambini della Scuola dell’Infanzia, delle Scuole Elementari (dai 4 ai 10 anni)


TEMPI: Un incontro da un’ora e mezza circa


MATERIALI:

Maschere neutre

Colori Acrilici

Pennelli

Stoffe colorate

Colla Vinilica

 

OBIETTIVI: Grazie alla decorazione di maschere neutre ogni bambino potrà scoprire il supereroe che è in lui. All'interno del laboratorio verranno presentate e spiegate le diverse fasi per la costruzione di maschere in carta pesta.

 

MODALITÀ: Maschera ha un problema: non sa chi è! Non sa cosa vuole! Quando si guarda allo specchio vede soltanto una faccia bianca, anonima, inespressiva.

Grazie ad una grande avventura riuscirà a scoprire il supereroe che si nasconde in lui. Zorro? Batman? Chi lo sa!

Grazie alla decorazione di maschere neutre ogni bambino potrà scoprire il supereroe che è in lui. All'interno del laboratorio verranno presentate e spiegate le diverse fasi per la costruzione di maschere in carta pesta.

 

ATTIVITÀ:

Lettura animata della storia.

Decorazione di maschere neutre.


FIOC L'AGNELLINO IMPARA LE BUONE MANIERE  - laboratorio Pasquale 

DESTINATARI: Bambini della Scuola dell’Infanzia, delle Scuole Elementari (dai 4 ai 10 anni)

 

TEMPI: Un incontro da un’ora e mezza circa

 

MATERIALI:

Cartoncino

Colla vinilica

Cotone

Cotton Fioc

Mollette

Pennarelli

Piatti di carta

 

OBIETTIVI: Creazione di un segnaposto a forma di agnellino e di un piatto

"coniglio".

 

MODALITÀ: Fioc è un agnellino maleducato, non sa comportarsi, soprattutto a tavola. Per questo viene sempre punito dai suoi genitori. Per lui si sta preparando un incontro sensazionale: sulla sua "strada" si imbatterà nel Coniglio Bon Ton il più severo maestro di Galateo di tutta la fattoria. Che cosa accadrà?

 

ATTIVITÀ:

Lettura della storia

Creazione di un segnaposto a forma di agnellino e di un piatto "coniglio".



H2O

DESTINATARI: Bambini della scuola dell'infanzia (3-5 anni) 


TEMPI: Un incontro da un’ora e mezza 

  • Scoprire il significato dell’amicizia e dello stare insieme 
  • Conoscere i colori
  • Comprendere, per i più grandi, i diversi stati dell’acqua

MODALITÀ: Drammatizzazione della storia con partecipazione attiva dei bambini.

Questi ultimi verranno coinvolti nella narrazione grazie ad un costante dialogo con l’attore. Ai più piccoli verrà chiesto di collaborare alla composizione del puzzle con le immagini che rappresentano tutti i protagonisti della vicenda.

Una breve canzone finale renderà la narrazione ancora più coinvolgente.

Successivamente i bambini verranno chiamati a disegnare la storia ed i suoi protagonisti.


SPAZI: palestra


MATERIALI USATI: Acqua colorata, cartoncino, pennarelli, tele per dipingere, pennelli, tavolozza.



ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE RADICI, I NONNI - laboratorio sulla famiglia

DESTINATARI: Bambini della Scuola dell’Infanzia, delle Scuole Elementari (dai 4 ai 10 anni) e i loro Nonni.

 

TEMPI: Un incontro da un’ora e mezza circa

 

OBIETTIVI :

1. Scoperta del proprio albero genealogico (per i Bambini)

2. Aneddoti ed esperienze di una vita passata (per i Nonni)

3. Condivisione dei sogni di una vita futura (per Tutti)

 

MODALITÀ: Che cos’è un albero genealogico? Chi ne fa parte?

Un vecchio documento ritrovato in una soffitta buia e polverosa sarà lo spunto per narrare la breve ma intensa storia di due sorelle e della loro famiglia. Gaia e Simona, questi i nomi delle protagoniste, durante una caccia al tesoro si ritrovano nella soffitta di casa: qui sono conservate una marea di carte. Si tratta per lo più di fogli di giornale.

Le due bambine, incuriosite dalla mole dei documenti presenti, iniziano a leggere…

Si parla di un uomo e di una donna. I loro nomi suonano subito familiari: Elena e

Severino. Che cosa buffa! Pensano… come i nostri nonni!

Ma non possono essere loro? Quelli di cui parla il giornale hanno compiuto imprese incredibili. Saranno solo omonimi, oppure no?

 

ATTIVITÀ:

Lettura animata della storia; Distribuzione di cartoncini su cui è disegnato un albero genealogico. L’albero verrà colorato e riempito con foto (portate dai Nonni) che ritraggono i membri della famiglia. Esposizione finale con racconti brevi di aneddoti familiari.